Shots from Natural Heroes















Close up of a GH solar panel.


Row of solar panels on
GH factory roof.


Roof of GH manufacturing facility.


Close up of solar panel row on
GH facility.
















Maggior sostenitore di Natural Heroes

Una nuova serie de 13 episodi sulle stazioni PBS Vincitore del 26° premio annuale Telly Award per film/video della categoria natura/natura selvaggia!

Produttori cinematografici indipendenti portano le loro telecamere nel mondo della natura e della gente che sta cambiando il mondo intorno a noi. Non perdete questa prima serie televisiva nazionale di filmati indipendenti sull’ambiente! In tutta la nazione, normali cittadini sono alla ricerca di metodi per restituire aria e acqua pulita alle loro comunità, preservare gli spazi aperti, proteggere le specie a rischio e garantire il benessere delle loro scuole e dei loro vicini. Un gruppo di produttori cinematografici ha creato cortometraggi, documentari e programmi educativi che descrivono il cambiamento a livello mondiale delle persone e il loro scopo è quello di far conoscere queste storie ad un pubblico nazionale per stimolare gli altri ad agire.

Gli orari e le date Natural Heroes saranno trasmessi sulle stazioni PBS di tutto il mondo sono disponibili sul sitio web diNatural Heroes. Cliccate qui per andare sul sito web di Natural Heroes.


Il maggior sostenitore di Hydro for Hunger
Un sostegno continuo delle organizzazioni che si occupano del problema della fame nel mondo

Hydro for Hunger y un'iniziativa promossa dai commercianti indipendenti di colture idroponiche per sostenere le organizzazioni che si occupano della fame nel mondo come l'Institute for Simplified Hydroponics (ISH). ISH è un'organizzazione senza scopo di lucro che si occupa della riduzione della fame attraverso il potere del giardinaggio idroponico. Utilizzando programmi di formazioni basati du Internet, l'Institute for Simplified Hydroponics fornisce alla gente dei paesi in via di sviluppo la conoscenza e gli strumenti per diventare autosufficiente, grazie a semplici tecniche idroponiche di produzione del cibo su piccola scala. Gli scopi che ISH si prefigge sono raggiungibili e, con il vostro aiuto, i risultati potrebbero essere rivoluzionari.



Energia solare, l’energia che contribuisce al futuro
L’impegno nei confronti dell’ambiente

General Hydroponics possiede uno dei più grandi impianti di energia solare per la produzione nel Nord della California. Nell’agosto 2004, GH ha installato un nuovo sistema solare da 75KW sul tetto del nostro edificio che adesso fornisce quasi la metà dell’elettricità che GH usa per la produzione. General Hydroponics possiede il primo invertitore Ballard Power Systems della California a 85KW che ci permette di rivendere l’energia all'azienda di servizio pubblico! Questi impianti da 1,2 milioni di dollari sono solo uno degli esempi di come prendiamo sul serio la difesa del nostro ambiente. General Hydroponics è davvero una società verde che non usa solo parole ma che agisce in modo significativo.

Gli elementi base dell’energia solare
La luce del sole – energia solare – può essere utilizzata per generare elettricità (adesso anche per pompe,illuminazioni idroponiche etc.), per fornire acqua calda, e per riscaldare, raffreddare e illuminare edifici.

I sistemi fotovoltaici (a celle solari) convertono la luce del sole direttamente in elettricità. Una cella solare o fotovoltaica è formata da materiale semi-conduttore che assorbe la luce del sole. L’energia solare investe gli elettroni più esterni degli atomi, facendoli scorrere lungo il materiale per produrre elettricità. Le celle fotovoltaiche sono generalmente organizzate in moduli che contengono circa 40 celle. Circa 10 di questi moduli sono montati su sistemi fotovoltaici. I sistemi fotovoltaici possono essere utilizzati per generare elettricità in un singolo edificio e, se in grandi quantità, in una centrale elettrica. Una centrale elettrica può utilizzare anche un sistema che raccoglie energia solare e che utilizza il calore del sole per generare elettricità. La luce del sole viene raccolta e convogliata con specchi in modo da creare una fonte di calore ad alta intensità. Questa fonte di calore produce energia meccanica o vapore che alimentano un generatore che crea elettricità.

I sistemi solari di riscaldamento dell’acqua per edifici sono formati da due parti principali: un collettore solare e un serbatoio polmone. Generalmente, un collettore anodico piatto – una scatola rettangolare, piatta e sottile con un coperchio trasparente – viene montato sul tetto, di fronte al sole. Il sole riscalda una piastra assorbente del collettore che, a sua volta,riscalda il fluido che scorre nei tubi all’interno del collettore. Per spostare il fluido riscaldato tra il collettore e il serbatoio polmone, un sistema utilizza una pompa oppure sfrutta s emplicemente la gravità, dato che l’acqua ha la tendenza a circolare in modo naturale dopo essere stata riscaldata. I sistemi che utilizzano fluidi diversi dall’acqua nei tubi del collettore generalmente riscaldano l’acqua facendola passare attraverso una bobina della tubatura del serbatoio.

Molti edifici commerciali di grandi dimensioni possono utilizzare non solo i collettori solari per fornire acqua calda. Per riscaldare tali edifici si possono utilizzare sistemi di riscaldamento solare. Un sistema a ventilazione solare può essere utilizzato nei climi freddi per preriscaldare l’aria man mano che questa penetra in un edificio. Inoltre, il calore proveniente dal collettore solare può persino essere utilizzato per fornire energia per raffreddare un edificio.

Non sempre è necessario un collettore solare quando si usa la luce del sole per riscaldare un edificio. Alcuni edifici possono essere progettati per il riscaldamento solare passivo. Tali edifici hanno, di solito, ampie finestre rivolte a sud. I materiali che assorbono e immagazzinano il calore del sole possono essere inseriti in pavimenti e muri illuminati dal sole. Pavimenti e muri si riscaldano durante il giorno e di notte rilasciano lentamente il calore – tale processo viene chiamato guadagno diretto. Molte delle strutture progettate per il riscaldamento solare passivo forniscono anche illuminazione durante il giorno. L’illuminazione di giorno deriva semplicemente dall’uso della luce solare naturale che illumina l’interno di un edificio.


Il risparmio ambientale è lo scopo principale delle colture idroponiche.

Le colture idroponiche permettono di risparmiare terra e acqua e offrono un prodotto di alto valore nutritivo.


Far crescere le piante in soluzioni nutritive invece che in terra spinge i coltivatori a interessarsi di scienze e tecnologie,amplia e innalza i loro orizzonti, portandoli a conoscenza di concetti dell’era spaziale: nutrimento di un numero sempre crescente della popolazione mondiale, viaggiatori spaziali e stazioni nello spazio.

In tale processo, attraverso la sperimentazione pratica, i giardinieri imparano non soltanto tutte le fasi dell’agronomia, ma anche gli elementi base di chimica, fisica, biologia generale, ecologia, ingegneria, matematica e persino informatica.

I progetti idroponici possono essere facilmente realizzati a casa iniziando con materiali molto semplici ed economici. Si possono acquistare sistemi a basso costo con cifre molto basse ($50). La diversità del materiale per piante disponibile, i diversi sistemi di crescita, le varianti delle soluzioni nutritive e i cambiamenti ambientali rendono i progetti idroponici molto flessibili e possono essere utilizzati anno dopo anno.

Le tecniche idroponiche non sono nuove, ma hanno acquisito importanza per la promessa mantenuta di risparmiare l’acqua, di ridurre l’inquinamento del suolo e dell’acqua e di permettere una produzione ampia e un raccolto di alta qualità in un ambiente controllato. Perciò aiutano ad ovviare alle limitazioni imposte da Madre Natura.

idroponica, Sistemi idroponici, Bioponia, Nutrimenti, Additivi, Sostrati

Conception et maintenance J'NOV sites internet gers sites internet toulouse